Conoscere alcune regole del “galateo del vino” può tornarvi utile in ogni occasione, soprattutto quelle più formali.

Conoscere alcune regole del “galateo del vino” può tornarvi utile in ogni occasione, soprattutto quelle più formali. Vi suggeriamo 5 principi di base da tenere a mente!

1) Conservate la bottiglia con cura: per percepire al meglio le caratteristiche di un vino, infatti, il modo in cui viene conservata la bottiglia e la temperatura di serviziogiocano un ruolo fondamentale.

2) Scegliete attentamente il momento giusto per stappare: non è facile stabilire quanto tempo prima è meglio stappare una bottiglia di vino per far sì che esprima al massimo le sue qualità. Sono molte, infatti, le variabili che entrano in gioco e tra queste, soprattutto, il tipo di vino che vi apprestate a degustare.

3) Decantare o non decantare: far decantare un vino è un’operazione importante affinché possa sviluppare nel modo migliore il bouquet aromatico, ciò è consigliabile soprattutto nel caso di vini giovani e chiusi – per favorire l’ossigenazione – o vini invecchiati – per separarli dal sedimento presente in bottiglia.

4) Mescere il vino in maniera appropriata: dopo aver aperto la bottiglia, se il vino è spumante versate lungo il lato del bicchiere per proteggere il prezioso perlage, altrimenti, versatelo al centro del bicchiere.
Quando smettete di versare, evitate di far cadere delle gocce lungo il collo della bottiglia, per fare ciò, ruotate la parte inferiore della bottiglia ed allontanatela dal bicchiere – portandola verso di voi. Tenete a portata di mano un tovagliolo per pulire la bocca della bottiglia, soprattutto se state servendo molte persone.

5) Usate il bicchiere adatto: al di là del semplice “capriccio” estetico, il design di un bicchiere svolge un ruolo fondamentale nella predisposizione della perfetta esperienza gustativa. La meticolosa scelta del calice giusto vi permetterà di cogliere appieno le caratteristiche di un vino.

letto su duca.it